Morto settantenne per COVID-19 30 Ott 2020

Morto settantenne per COVID-19

1010

Morto a seguito di una crisi respiratoria indotta da COVID19 un paziente settantenne di Vico Equense. L'uomo, che non soffriva di patologie pregresse, era ricoverato in terapia sub intensiva da alcuni giorni e si è spento a seguito di un improvviso peggioramento delle condizioni cliniche.

Purtroppo si continua a osservare un forte incremento dei casi in Italia, che porta l’incidenza cumulativa negli ultimi 14 gg a 146,18 per 100.000 abitanti (periodo 5/10-18/10) (vs di 75 per 100.000 abitanti nel periodo 28/9-11/10). Nello stesso periodo, il numero di casi sintomatici è passato da 15.189 (periodo 28/9-11/10) a 27.114 (periodo 5/10-18/10).

L’epidemia è in rapido peggioramento e compatibile complessivamente con un scenario di tipo 3 con rapidità di progressione maggiore in alcune Regioni italiane: si riscontrano infatti valori di Rt superiori a 1,25 nella maggior parte delle Regioni/PA italiane e segnali che si riesca solo modestamente a limitare il potenziale di trasmissione di SARS-CoV-2. Si osserva una rapida crescita dell’incidenza, impossibilità sempre più frequente di tenere traccia di tutte le catene di trasmissione e rapido aumento del carico sui servizi assistenziali con aumento dei tassi di occupazione dei posti letto ospedalieri sia in area critica che non critica.

Last modified on 29 Ott 2020